091 476517
info@nunziotrinca.it
315, Corso Dei Mille

CIRCOLARE MINISTERO SANITA 24 GIUGNO 1993 N 24 06/04/2014

CIRCOLARE MINISTERO SANITA 24 GIUGNO 1993 N 24

CIRCOLARE MINISTERO SANITA 24 GIUGNO 1993 N 24 ARMONIZZAZIONE DELLE NORME IN MATERIA DI POLIZIA MORTUARIA CON LA NUOVA STRUTTURA DELLA SANITA’; PUBBLICA, CONSEGUENTE ALLA DELEGA OPERATA CON DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA N. 616 DEL 1977 E ALLA RIFORMA SANITARIA DI CUI ALLA LEGGE N. 833 DEL 1978.

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 10 settembre 1990, n. 285

CIRCOLARE MINISTERO SANITA 24 GIUGNO 1993 N 24 con l’entrata in vigore del nuovo regolamento di polizia mortuaria approvato con decreto del Presidente della Repubblica 10 settembre 1990, n. 285, ha comportato la formulazione, da parte delle competenti autorità; locali, di numerosi quesiti interpretativi.
Al fine di uniformare su tutto il territorio nazionale l’applicazione di detto decreto del Presidente della Repubblica, anche alla luce della sentenza della Corte Costituzionale 8-22 aprile 1991, n. 174, si ritiene necessario fornire i seguenti chiarimenti, dopo aver sentito il Consiglio Superiore di Sanità; CIRCOLARE MINISTERO SANITA 24 GIUGNO 1993 N 24

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA

CIRCOLARE MINISTERO SANITA 24 GIUGNO 1993 N 24 Il presente regolamento si prefigge di regolarizzare le attività, i comportamenti, l’organizzazione delle funzioni e delle risorse poste in essere da enti pubblici, enti ed imprese private, anche incaricate di servizi pubblici, in relazione al decesso di persone al fine di garantire la salvaguardia della salute e dell’igiene pubblica, stabilisce le condizioni di esercizio e di utilizzo dei cimiteri, delle strutture obitoriali e la possibilità di manifestare il lutto ed il cordoglio tutelando i diritti inviolabili della persona e delle formazioni sociali ove trova svolgimento la sua personalità.

Oggetto del regolamento DI POLIZIA MORTUARIA

ha per oggetto il complesso delle norme dirette alla generalità dei cittadini ed alla Pubblica Amministrazione, intese a prevenire i pericoli che alla pubblica salute potrebbero derivare dalla morte delle persone e a disciplinare i servizi, in ambito comunale, relativi alla polizia mortuaria, alle attività funebri e cimiteriali, intendendosi per tali quelli sulla destinazione e uso dei cadaveri o parti di essi, sui trasporti funebri, sulla costruzione, gestione e custodia dei cimiteri, locali ed impianti annessi e pertinenti, sulla concessione di aree e cessione in uso di manufatti destinati a sepoltura privata nonché sulla loro vigilanza, sulla costruzione di sepolcri privati, sulla cremazione, e in genere su tutte le diverse attività connesse con la cessazione della vita e la custodia delle salme.

.Competenze DI POLIZIA MORTUARIA

Le funzioni di Polizia Mortuaria di competenza del Comune sono esercitate dal Sindaco, quando agisca quale Ufficiale di Governo o Autorità Sanitaria Locale o dagli altri Organi comunali nel rispetto dei principi degli articoli 107 e seguenti D.Lgs. 18 Agosto 2000, n. 267 (Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali) e dell’articolo 4 D.Lgs. 30 Marzo 2001, n. 165 (Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche). 

Regolamento nazionale di Polizia Mortuaria

Regolamento di Polizia Mortuaria, approvato con D.P.R. 285/90: circolare esplicativa CIRCOLARE MINISTERO SANITA 24 GIUGNO 1993 N 24

PDF: Circolare Ministero Sanita n 24 Regolamento di polizia mortuaria

Fonte: Servizi Funebri Palermo Trinca Nunzio