Cremazioni Comune di Palermo.

Comune di Palermo – Cremazioni di salme.

DESCRIZIONE

La cremazione è una operazione che consiste nell’incenerimento del feretro, contenente la salma, presso una idonea struttura dotata di forno crematorio situata all’interno di un cimitero, e la successiva raccolta delle ceneri in una urna sigillata portante all’esterno su un’etichetta non cancellabile le generalità del defunto.

Il provvedimento autorizzativo viene emesso dall’amministrazione comunale dove è avvenuto il decesso, a seguito dell’accettazione dell’istanza e del pagamento dei diritti spettanti, il servizio viene espletato all’interno del cimitero di S. Maria dei Rotoli di Palermo.

RICHIEDERE IL SERVIZIO:

Il servizio deve essere richiesto da un parente del defunto o da una impresa funebre incaricata all’espletamento e al disbrigo delle pratiche relative all’operazione.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE PER LA RICHIESTA:

La richiesta di autorizzazione alla cremazione è valida se contiene le generalità del richiedente e della ditta se incaricata, le generalità del defunto da cremare, la dichiarazione di conformità del feretro, la data e le firme del richiedente e della ditta se incaricata.
All’istanza deve essere allegata la copia fotostatica del documento di identità del richiedente, la copia fotostatica del documento di identità del titolare o legale rappresentante dell’impresa funebre, volontà testamentaria del de cuius o dichiarazione resa in carta libera, scritta e datata di proprio pugno, in mancanza dei precedenti, dichiarazione di consenso alla cremazione, cioè volontà manifestata dal coniuge o in sua assenza dal parente più prossimo (art. 74 e seguenti del codice civile) e qualora ne esistano più di uno, la dichiarazione di consenso alla cremazione dovrà essere compilata da ciascuno di essi;

– certificato medico dal quale risulti escluso il sospetto di morte dovuta a reato;
– nulla osta dell’autorità giudiziaria, in caso di morte improvvisa o sospetta;
– richiesta affidamento ceneri o richiesta celletta cineraria;
– attestazione del pagamento dei diritti.
Se l’istanza è incompleta si richiedono i documenti mancanti per proseguire l’iter.
Se l’istanza è accoglibile si avvia il procedimento amministrativo autorizzativo di cremazione.

COSTI:

Il provvedimento autorizzativo di cremazione è contestuale al ricevimento dell’istanza completa di tutti gli allegati richiesti e al pagamento dei diritti spettanti.
I diritti fissi applicati dal Comune di Palermo sono di € 461,43 per la cremazione di una salma, di € 324,16 per la cremazione di resti mortali.
I diritti per la collocazione in cellette cinerarie, variano in base alle file dove sarà collocata la celletta oppure se la celletta è concessa in una sepoltura comunale.
Nessun diritto viene corrisposto per la cremazione di salme di soggetti per i quali si è proceduto al prelievo degli organi a scopo di trapianto.

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

con bollettino postale o bonifico postale;
con bonifico bancario;
tramite POS presso l’U.O. Front Office unificata.

NOTE:

La cremazione di salme di persone decedute prima del 27/10/1990 è possibile solo per espressa volontà del de cuius. La cremazione di salme di persone decedute successivamente alla data di entrata in vigore del DPR n° 285/1990 è consentita, a richiesta degli interessati, con la produzione della documentazione di cui sopra, anche per salme provenienti da esumazione ed estumulazione.