091 476517
auroraassistance@gmail.com
319, Corso Dei Mille

Palermo, Rotoli pulita la zona vietata, ma si blocca il forno crematorio. 11/07/2012

Sarebbero stati alcuni dipendenti del Comune in servizio al camposanto di Vergine Maria a decidere autonomamente di “infrangere” il divieto di entrata nella zona interdetta e a mettere a rischio la propria incolumità.
Zona interdetta pulita al cimitero di Santa Maria dei Rotoli. In azione alcuni operai del Comune che “sfidando” il divieto imposto dall’Amministrazione comunale hanno messo a rischio la propria incolumità a causa del pericolo caduta massi dal costone di monte Pellegrino e pulendo ugualmente la zona vietata. A coordinare i lavori è stato Francesco Testa che ha dichiarato: “Ciò che ho fatto è stato lavoro spontaneo nato per ridare dignità ai morti seppelliti in nella parte alta del camposanto”.
Il dirigente del settore Impianti cimiteriali del Comune, Gabriele Marchese ha detto di non sapere chi sia stato, a proprio rischio e pericolo a ripulire la zona vietata, e ha dichiarato: “Chiunque sia intervenuto ha fatto un servizio alla comunità mettendo in pericolo la propria vita. E’ un passo avanti importante perché significa che all’intero del camposanto di Vergine Maria c’è voglia di riscatto. Spero solo che nel futuro le cose possano andare ulteriormente bene”.
E se un’azione certamente positiva và registrata c’è anche una brutta batosta per chi attendeva la cremazione di un proprio caro defunto. Il forno è nuovamente bloccato. Questa volta il problema è nella taratura del polverimetro. “Ci siamo accorti – ha dichiarato Nicola Presti, responsabile delle attività cimiteriali al camposanto di Vergine Maria – dopo il collaudo che le operazioni di cremazione sono andate bene ma il rilevamento delle emissioni non veniva registrato nell’apposito scontrino”.
Un problema che ha nuovamente bloccato le operazioni che erano rimaste ferme dalla fine di febbraio. “Abbiamo nuovamente ricontattato la ditta Ciroldi, che si occupa della manutenzione ordinaria e straordinaria della struttura – ha detto Presti – e mi è stato assicurato che martedì i tecnici saranno nuovamente qui a risolvere il problema”. Seguirà un nuovo collaudo, quindi le cremazioni dovrebbero riprendere già da giovedì.“

Leggi le altre notizie su: http://www.palermotoday.it/

Post a comment

WordPress Anti Spam by WP-SpamShield