Gestione dei rifiuti cimiteriali Sicilia raccolta, deposito, trasporto recupero, riciclaggio e smaltimento finale conferimento in modalita’ differenziata di tutte le frazioni riciclabili potenzialmente prodotte all’interno dell’area cimiteriale.

Possiamo aiutarti? Ritiro e smaltimento rifiuti cimiteriali provenienti da cimiteri rifiuti da esumazione e da estumulazione, servizio di prelievo, riduzione volumetrica e trasporto dei rifiuti solidi cimiteriali provenienti dalle operazioni di esumazione ed estumulazione effettuate nei cimiteri Palermo 315 corso dei mille Aurora Assistance Coop. Soc. servizi Cimiterali Ponte dell’Ammiraglio Piazza Scaffa 90123 Palermo Tel. +39-091-476517.

Gestione e la riduzione dei rifiuti in ambito cimiteriale

La gestione dei rifiuti cimiteriali è condotta garantendo un elevato livello di tutela dell’ambiente, delle condizioni igienico sanitarie e della salute pubblica, con particolare riferimento alle frazioni provenienti da esumazione ed estumulazione e che per la loro particolare natura necessitano di specifiche modalita’ di gestione ai fini dello smaltimento.

i rifiuti cimiteriali

sono costituiti dalle seguenti frazioni:

1) resti mortali;
2) avanzi del corredo funebre derivanti da esumazioni ed estumulazioni;
3) parti di tumulo (o di cippi);
4) rifiuti da offerte votive;
5) rifiuti di materiale inerte a base terrosa o lapidea;
6) altri rifiuti derivanti dalla gestione dell’ambito cimiteriale:

a) i rifiuti non pericolosi provenienti dalla gestione dei locali del cimitero e loro pertinenze;

b) i rifiuti provenienti dalla gestione e dallo spazzamento delle strade e dei vialetti del cimitero;

c) i rifiuti vegetali provenienti da manutenzione da aree verdi, giardini e simili o a corredo dell’impianto cimiteriale;

d) resti mortali: risultato della completa mineralizzazione della salma. In particolare, per le salme inumate l’esito della
trasformazione delle stesse allo scadere del turno di rotazione e per le salme tumulate, l’esito della trasformazione;

e) avanzi del corredo funebre derivanti da esumazioni ed estumulazioni:

[ ] assi e residui legnosi del feretro;
[ ] componenti, accessori ornamenti e mezzi di movimentazione della cassa (es. maniglie);
[ ] residui di indumenti appartenuti alla salma, imbottiture e frazioni tessili similari posti a corredo funebre;
[ ] altri resti biodegradabili inseriti nel cofano;
[ ] residui metallici dalle casse (lamiera zincata e/o in piombo) eventualmente posti all’interno del feretro;
[ ] altre componenti e/o accessori contenuti nelle casse utilizzate per l’inumazione e/o la tumulazione;

f) parti di tumulo (o di cippi): le porzioni lignee, materiali lapidei ornamentali e frammenti di materiali in laterizio, che
costituivano la parte soprassuolo della sepoltura o l’apparato di chiusura del colombario, ivi comprese ghiaie, sassi, fiori o piante allevate in contenitore o in terra, scritte e parti di scritte poste ad ornamento delle lapidi;

g) rifiuti da offerte votive: resti di fiori recisi, fiori e piante in contenitore, fiori e piante allevate in terra, corone, cuscini, mazzi di fiori, lumi, candele ed in genere tutto cio’ che e’ offerto periodicamente alla memoria della salma e non costituisce
impianto stabile del tumulo e corredo della salma;

h) rifiuti di materiale inerte a base terrosa lapidea: materiali lapidei provenienti da lavori edili di costruzione o ristrutturazione di manufatti cimiteriali ed altri materiali inerti provenienti dall’attivita’ di demolizione di tumuli, colombari od ossari.

tutte le attivita’ di deposito temporaneo dei rifiuti cimiteriali

raccolta, riciclaggio, recupero, smaltimento dei rifiuti da esumazione ed estumulazione, nonche’ degli altri rifiuti derivanti dall’ordinario svolgimento delle attivita’ cimiteriali si applicano, in relazione alle specifiche tipologie, le norme regolamentari e tecniche attuative del decreto legislativo n. 22/1997 che disciplinano la gestione dei rifiuti.

I rifiuti da esumazione ed estumulazione devono essere avviati a smaltimento finale mediante termodistruzione in impianti autorizzati, fatto salvo quanto indicato ai comma successivi.

Altri rifiuti derivanti dall’attivita’ cimiteriale

[ ] carta e cartone;
[ ] sfalci, potature e scarti vegetali;
[ ] vetro;
[ ] contenitori in plastica per liquidi ed altri imballaggi in plastica;
[ ] frazioni di metallo o leghe (es.: vasi, accessori, ecc.).

I rifiuti inerti da natura lapidea e le terre di scavo, purche’ non pericolose, possono essere
riutilizzati all’interno dell’area cimiteriale oppure avviati in idonei impianti di riciclaggio, in alternativa, avviati a smaltimento in discarica di seconda categoria tipo A.

Gestione dei rifiuti cimiteriali Sicilia